Categoria: poesia

Biancaneve

No Comments

Il petto sbottonati
raccogli quel pomo rosso

/ Metronomo bussa alla tua porta /

Fuori nevica e nessun rumore adombra
bianco mondo –
i boschi hanno braccia e occhi contorti
si riempiono le ombre

Tu corri tutte le gambe del corpo
il fiato che avrà voce

vedere potrai quanta Biancaneve
contengono le tue arterie

… e quanti nani conterranno dopo

© ore 7,00

La Siepe Grande

No Comments

Quanto valgono gli incompiuti amori
e quanto di loro resta
di palpito in palpito
segno dopo segno
nel gocciolio che è prestito tremulo
su questo strano grano?

Scudo è il frontale che finge lo sguardo

Valgono dunque l’orme e i pensieri
ripetendo parole musicali affinché ipnotiche cullino
sacrificali sensi
l’emozioni più profonde
l’emozioni più alte fin dove osano le aquile
e anche oltre la siepe grande
sperando la vita torni carne
abbracciando le tue stesse braccia
ancorate a un cerchio magico
nell’assaggio che incastra
il senso della seta

e in piena estate sentire freddo
che affidarti vorresti al dormire eterno

e nella morte viverlo quell’Amore

i n t e r a m e n t e

© ore 9,09

Andante con brio

No Comments

Quando nudo il legno
si donerà all’inverno
sarà il tepore dei tuoi occhi
a governarmi la stanza
da questa parte di terra

Torneremo

unito visivo campo
quantico bruno silvestre
illuminati da un fiume
ormai bianco e trasparente –

ci passeggeremo accanto
e non avremo bisogno di altro
in quel momento che fu eterno

Sapremo

la bellezza della vita che non sceglieremo

© ore 8,57

Tentazione

No Comments

Cosa indossò
quel piccolo cucchiaio
quella sera
– salvo un sorso di panna
che asciugò –

è indimenticabile

un’equazione senza uguali

Non sia mai oscurasse
la vista del prossimo golfo
sul mare

il fiorito lupino che s’imbosca
eretto nell’imbocco
perenne

della stessa bocca di sempre

© ore 8,46

Assenzio

No Comments

e pian piano sfocare
farsi punto appena di cruna –
fronde, del vento ventaglio fra sponde
idea d’una nuvola d’onde
mente e ricordi
in nidi sussurri

e sia dono di grazia lucente

defluire nell’aria adiafora
pendule scie fra sipari strappati –
vinte bandiere d’arcobaleni
l’ ultimo prestito dell’uva parca
che l’ansia sbriglia da ardui galoppi
e ogni staffa torna al suo piede

e sia dono di grazia lucente

il respiro aver per compagno
finalmente bastante a se stesso

quale luce che ancora s’accende

© ore 8,16

O

No Comments

Dai, che splendidi gOcciOliamO

e tra indice e mignOlO
chiude il pOllice

fOrse un pugnO sOffice

il destinO

© ore 7,00

Del Tempo e delle Cose

No Comments

Piove
gelida acqua
in piccoli aghi innocui

Liquida brina
senza fretta, tenace
su tutto ciò che incontra si getta

b i s b i g l i a n d o

e tutto accoglie
nei suoi petali di canuta nuvola

A sprazzi decisi
ghiaccia avviluppante

Dove i confini? – Non sapresti-
eppure soffocanti
che chiami a raccolta l’aria
e cancelli vorresti chiari allo sguardo
da dipingere

… di brivido in brivido …

al petto t’abbracci le spalle
smagrendoti in un piccolo tronco

strizzandoti fino a non credere
in quale spicchio delle ore tu sia

che esista un Tempo altro da quel piovere acqua su tutte le cose

© ore 8,54

Girasole

No Comments

Torno,
scorrevole cemento
intorno

siede una panchina
al pallido sole

invernale silenzioso frastuono
l’occhio giallo scorre

cerca la nebbia un girasole

© ore 7,59

Dolce morso

No Comments

Ascolto fiori che parlano

Ieri
era un cane alla lenza –


il suo sguardo chiamava

… di soppiatto …
dolce morso staccai

donandoglielo dalla schiena

© ore 7,40

Da poppa a prua

No Comments

Seriche ali
scorrono l’orgoglioso Tuo cercarla

        leviga
                 palpita 
                            freme 

tiepido raggio che illumina

Baia a baia
una carezza sussurra –
astrali correnti emergono celestiali dune
sorgendo divincolante rosea pronuncia –
sopra l’acqua morbida
un guado in coperta

Salpami – adesso ora –


ascendimi
discendimi
accendimi
prendendo ogni Ieri deluso
per costruirlo
con senno nuovo

inalbera
il pennone più lungo
fino a sfociarne l’onda d’urto
schiumosa e pura

… Nuda …

da poppa a prua

© ore 7,11